Mostre a Torino

LEONARDO DA VINCI. DISEGNARE IL FUTURO


Dal 15 aprile al 14 luglio 2019
Musei Reali – Piazzetta Reale 1, Torino
Una mostra con oltre cinquanta opere che racconta le ricerche tra scienza e arte di Leonardo da Vinci attraverso lo strumento del disegno. Il percorso ruota intorno al nucleo di autografi di Leonardo conservati alla Biblioteca Reale di Torino, che comprende tredici disegni acquistati dal re Carlo Alberto nel 1840, e il celebre Codice del volo degli uccelli, donato nel 1893 da Teodoro Sabachnikoff al re Umberto I.

I MACCHIAIOLI. ARTE ITALIANA VERSO LA MODERNITÀ


Fino al 24 marzo 2019
GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea
Via Magenta 21, Torino
Oltre 80 opere provenienti dai più importanti musei italiani, enti e collezioni private, un ricco racconto artistico sulla storia del movimento dei Macchiaioli, dalle origini al 1870, con affascinanti confronti con i loro contemporanei italiani

VAN DYCK. PITTORE DI CORTE


Fino al 17 marzo 2019
Galleria Sabauda – Via XX Settembre 86, Torino
Una mostra dedicata a Antoon Van Dyck, l’allievo di Rubens che nel XXVII secolo rivoluzionò l’arte del ritratto. In quattro sezioni e oltre 50 opere la mostra evidenzia l’esclusivo rapporto che Van Dyck ebbe con le corti italiane ed europee per le quali dipinse innumerevoli ritratti, capolavori unici per elaborazione formale, qualità cromatica, eleganza e dovizia nella riproduzione dei particolari.

TUTTI GLI “ISMI” DI ARMANDO TESTA


Fino al 24 febbraio 2019
Musei Reali – Sale Chiablese
Piazzetta Reale 1, Torino
La mostra celebra l’artista come un innovatore, che ha saputo, tra i primi, riconoscere l’importanza e la forza delle immagini per l’uomo contemporaneo, favorendo il dialogo continuo e la contaminazione tra arte e pubblicità.

THE ART OF THE BRICK®


Fino al 24 febbraio 2019
Promotrice delle Belle Arti – Viale Diego Balsamo Crivelli 11, Torino
La Promotrice delle Belle Arti mette in mostra oltre 80 imponenti e affascinanti opere dell’artista Nathan Sawaya, creatore dell’esposizione The Art of the Brick®. I mattoncini LEGO®, i giocattoli più famosi al mondo, diventano un mezzo artistico ricco di potenzialità per una mostra d’arte contemporanea unica nel suo genere. Fra le opere esposte vi è l’iconica “Yellow”, la celebre scultura a grandezza naturale di un uomo che si apre il petto dalla cui cavità escono migliaia di mattoncini LEGO® gialli come il sole.

APOLLINAIRE E L’INVENZIONE “SURRÉALISTE”. IL POETA E I SUOI AMICI NELLA PARIGI DELLE AVANGUARDIE


Fino al 24 febbraio 2019
GAM Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea
Via Magenta 31, Torino
In occasione del centenario della morte di Guillaume Apollinaire, una mostra – in parallelo a quella della Fondazione Ferrero di Alba dei capolavori dadaisti e surrealisti del Museo Boijmans Van Beuningen di Rotterdam – che illustra alcuni aspetti emblematici dell’avanguardia parigina degli anni Dieci. La mostra è realizzata con il contributo della Fondazione Ferrero.

TATTOO. L’ARTE SULLA PELLE


Fino al 3 marzo 2019
MAO Museo d’Arte Orientale – Via San Domenico 11, Torino
Artisti contemporanei, tatuatori e tatuati, opere e personaggi del passato si mescolano e dialogano in un percorso suggestivo, che guida il pubblico in un viaggio e una riflessione sull’uso sociale, culturale e artistico del corpo.

CAMERA POP. LA FOTOGRAFIA NELLA POP ART DI WARHOL, SCHIFANO & CO.


Fino al 13 gennaio 2019
Camera Centro Italiano per la Fotografia
Via delle Rosine 18, Torino
Oltre 120 opere tra quadri, fotografie, collages, grafiche, in una mostra che ripercorre la storia della trasformazione del documento, fotografico in opera d’arte. Protagonisti, tra gli altri, gli americani Andy Warhol, Robert Rauschenberg, Jim Dine, Ed Ruschi e gli italiani Mimmo Rotella, Michelangelo Pistoletto, Franco Angeli, e tra i fotografi Ugo Mulas, a cui viene dedicata un’intera sala.

GIAPPONE FIORITO


Fino al 27 gennaio 2019
Palazzo Cavour – Via Cavour 8, Torino
La mostra getta luce sulla cultura giapponese e racconta la vita e la natura del Giappone antico attraverso le opere dei grandi artisti del XIX secolo: Hokusai e Hiroshige. Le opere esposte sono state prodotte grazie al lavoro di intagliatori di blocchi di legno di ciliegio selvatico e inchiostratori e stampatori che usano esclusivamente carta di gelso, nota come «carta giapponese. L’esposizione si completa inoltre da una selezione di kimono e obi originali, mappe geografiche realizzate tra il ‘700 e l’800 ed un paravento fiorito di Scuola Rinpa.

MADAME REALI: CULTURA E POTERE DA PARIGI A TORINO


Dal 20 dicembre 2018 al 6 maggio 2019
Palazzo Madama – Piazza Castello, Torino
Nella Sala Senato una mostra, con più di 120 opere – dipinti, oggetti d’arte, arredi, tessuti, gioielli, oreficerie, ceramiche, disegni e incisioni -, che illustra la vita e le azioni di due donne – Cristina di Francia e Maria Giovanna Battista di Savoia Nemours – che diedero slancio allo sviluppo della società e della cultura artistica nello stato sabaudo tra il 1600 e il 1700. Due figure emblematiche della storia europea, che esercitarono il loro potere declinato al femminile per affermare e difendere il proprio ruolo e l’autonomia del loro Stato.

LA “NATURA DELICATA” DI ENRICO REYCEND


Fino al 20 gennaio 2019
Museo Accorsi-Ometto, Via Po 55, Torino
L’esposizione presenta una settantina di opere di Enrico Reycend (Torino, 1855 – 1928) che vanno dagli esordi espositivi agli anni tardi della produzione dell’artista: i luminosi scorci collinari nei dintorni di Torino, i sereni paesaggi del Canavese e le delicate marine del Ponente ligure confermano la marcata individualità del pittore e sostengono il commento di Roberto Longhi che lo definì il più informato artista del proprio tempo per l’originale linguaggio di tangenza impressionista.

LA MAGIA DELLE TAVOLE DI NATALE


Fino al 6 gennaio 2019
Museo Accorsi-Ometto, Via Po 55, Torino
Il Museo Accorsi-Ometto, in collaborazione con l’associazione VIVANT, propone un viaggio nel passato, alla scoperta di un mondo antico e magico, legato a cerimoniali e riti che non esistono più: in due degli ambienti più suggestivi del museo, la cucina e la sala da pranzo, sono allestite tre tavole a tema natalizio con servizi in porcellana e argenterie provenienti da importanti famiglie aristocratiche piemontesi per far rivivere le atmosfere sfarzose dei banchetti settecenteschi, testimonianza della sontuosità e della raffinatezza in cui vivevano i nobili del tempo, e ispirazione per la tavola natalizia che l’antiquario Pietro Accorsi preparava a Villa Paola.

AD ACQUA. VEDUTE E PAESAGGI DI BAGETTI: TRA REALTÀ E INVENZIONE


Fino al 31 marzo 2019
Galleria Sabauda – Via XX Settembre 86, Torino
Fine disegnatore e interprete sensibile della pittura di paesaggio, Giuseppe Pietro Bagetti (Torino, 1764 – 1831) seppe sfruttare magistralmente le potenzialità dell’acquarello per realizzare vedute e battaglie che lo resero celebre già presso i suoi contemporanei, al punto da suscitare l’apprezzamento dello stesso Napoleone Bonaparte. I Musei Reali di Torino dedicano al pittore la mostra Ad acqua. Vedute e paesaggi di Bagetti: tra realtà e invenzione, allestita nello Spazio Scoperte della Galleria.

NATHLIE PROVOSTY


Fino al 6 gennaio 2019
Museo Nazionale del Risorgimento – Piazza Carlo Alberto 8, Torino
L’arte contemporanea torna al Museo Nazionale del Risorgimento con la personale di Nathlie Provosty, artista americana che per la prima volta in Europa espone in un museo. L’evento è realizzato in collaborazione con APALAZZOGALLERY di Brescia.
In un suggestivo allestimento in Sala Plebisciti, le opere pittoriche dialogheranno con l’ambientazione sonora realizzata dal musicista Andrea Costa.